Si giocherà domenica 16 ottobre ai Giardini Luzzati di Genova la prima edizione del Trofeo Alberto Castelli: un torneo di calcio a 5 organizzato dalla Fondazione Alberto Castelli insieme all’Associazione Oasis Santa Maria di Castello. L’intero ricavato della manifestazione andrà a sostegno del progetto “Adozione a km zero” che consente di far fronte alle spese della retta del nido d’infanzia e di affiancare le famiglie in difficoltà, soprattutto le mamme sole.

Le squadre potranno essere composte da 6 a 8 giocatori e l’iscrizione dovrà pervenire alla mail segreteria@fondazionealbertocastelli.it attraverso la compilazione e l’invio del modulo di iscrizione. La quota di partecipazione richiesta ad ogni squadra è di 200 euro per le iscrizioni che perverranno entro il 30 settembre e di 240 euro per le iscrizioni dal 1 al 10 di ottobre.

Regolamento tecnico Trofeo Alberto Castelli per Oasis

COMPOSIZIONE DELLA SQUADRA

1. Viene disputato un torneo di calcio a 5 giocatori con finalità benefica da svolgersi nell’arco di
un’unica giornata organizzato in maniera congiunta da Fondazione Alberto Castelli e Associazione
Circolo Oasis.
2. Il torneo può avere due categorie distinte: maschile e femminile. Non sono ammesse squadre miste.
La formula della manifestazione prevede una fase a gironi con gare di sola andata e una fase successiva
denominata “playoff” a cui accedono tutte le squadre partecipanti. Il calendario con la descrizione della
formula della manifestazione viene fornito al Capitano di ogni squadra alla chiusura delle iscrizioni
prevista per il 10 Ottobre p.v.
3. Ogni “modulo di iscrizione” dovrà comprendere l’indicazione di nome, cognome, data di nascita e
ruolo (giocatore/portiere) di ogni partecipante; l’insieme dei nomi va a costituire la “rosa” di ogni
squadra partecipante. Ogni giocatore potrà essere iscritto in una sola rosa.
4. Ogni squadra partecipante deve indicare un Capitano che gestisce i rapporti tra la squadra e
l’organizzazione.
5. Prima di iniziare la manifestazione dovrà essere compilata e presentata l’apposita “Distinta di gara”
(consegnata dall’organizzazione il giorno della manifestazione). La stessa è valida per ogni gara del
torneo.
6. Sulla distinta di gara possono essere inseriti un minimo di 6 ed un massimo di 8 nomi (il numero 1 è
obbligatoriamente riservato al portiere)
7. Verrà considerata sconfitta con il risultato di (0–3) la squadra che si presenterà in distinta con meno
di 5 partecipanti anche se viene assicurata comunque la disputa della gara.
8. Le sostituzioni sono volanti. Potranno quindi essere previste sia durante la gara (a gioco fermo
avvisando l’arbitro) sia durante l’intervallo tra primo e secondo tempo.
9. L’organizzazione mette a disposizione un presidio sanitario presente durante tutte le fasi della
manifestazione.
10. In caso di infortunio il giocatore è autorizzato a lasciare il campo e può essere sostituito da un
giocatore presente in panchina. Il rientro del giocatore uscito per infortunio potrà avvenire
inderogabilmente solo dietro il parere favorevole del medico di servizio presente alla gara.

DISTINTA DI GARA – MODALITA’ DI AMMISSIONE ALLE GARE

1. L’organizzazione declina ogni responsabilità dal punto di vista assicurativo e sanitario. Prima della
propria gara di esordio nel torneo il Capitano ha il compito di raccogliere e consegnare
all’organizzazione la modulistica compilata per entrambe le esigenze.
2. E’ obbligatorio utilizzare le pettorine fornite dall’organizzazione.

DURATA DELLA GARA

1. La fase a gironi e le fasi successive (playoff, semifinali e finale 1°-2° posto) prevedono gare a
rapido svolgimento con due tempi da 20 minuti ciascuno;
2. L’intervallo di metà tempo non può essere superiore a 1 minuto.
3. In caso di parità durante le fasi successive del torneo l’arbitro provvede a far calciare una serie di 3
rigori per squadra; persistendo la parità, si procede a calciare i rigori “ad oltranza” sino a quando, a
parità di rigori calciati, una squadra risulta in vantaggio. In caso di ulteriore parità nella fase detta “ad
oltranza” si possono proporre i giocatori che già avevano calciato la prima serie di rigori con possibilità
di utilizzare una nuova sequenza. Sia la prima serie di rigori che i rigori ad oltranza devono essere
calciati ogni volta da un giocatore diverso scelto tra tutti i giocatori riportati in distinta (portieri
compresi) e non solo tra quelli presenti in campo al termine della gara. La scelta del portiere (in caso di
presenza di due portieri in distinta) viene effettuata contestualmente alla scelta dei tiratori e i due non
possono alternarsi a parare. Queste decisioni devono essere comunicate all’arbitro prima dell’inizio dei
calci di rigore.

CRITERI DI QUALIFICAZIONE

I criteri di qualificazione per determinare la vincente del girone sono i seguenti:
1. Maggior numero di punti (3 punti alla squadra vincente, 1 punto alle squadre che pareggiano, 0
punti in caso di sconfitta).
2. Esito scontro diretto tra le squadre interessate.
3. Differenza reti.
4. Maggior numero di reti segnate.
5. Minor numero di reti segnate.
6. In caso di ulteriore parità, sorteggio alla presenza dei rappresentanti delle squadre interessate

REGOLE DI GIOCO E NORME DI COMPORTAMENTO

1. Intemperanze, scorrettezze gravi, insulti e gesti volgari da parte dei partecipanti sono sanzionate con
l’espulsione dal campo di gioco perché non in linea con la filosofia della manifestazione.
2. Non esiste la posizione di fuorigioco.
3. Non esistono punizioni dirette, tranne il calcio di rigore.
4. Non sono valide le reti segnate direttamente dal portiere su rimessa e/o in azioni di gioco, qualora il
portiere abbia preso in mano la palla.
5. Risulta valida la rete segnata direttamente su tiro diretto da azione di calcio d’angolo.
6. I giocatori possono passare la palla al portiere con i piedi, e questi non potrà raccoglierla con le
mani.
7. La rimessa laterale va effettuata con i piedi.
8. La rimessa dal fondo viene effettuata dal portiere di piede o con le mani.
9. La distanza della barriera dal punto in cui viene battuta la punizione indiretta è di 5 metri.
10. Sono unicamente consentiti l’uso di scarpini da calcetto o scarpe da ginnastica.
11. Non sono ammessi reclami e non esistono ricorsi.

TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI E USO IMMAGINI

Attraverso la partecipazione al “Trofeo Alberto Castelli per Oasis” ogni giocatore autorizza Fondazione
Alberto Castelli e Associazione Circolo Oasis al trattamento dei dati secondo le recenti normative di
Legge per scopi associativi e tecnici relativi alla manifestazione. Contestualmente ogni giocatore
autorizza Fondazione Alberto Castelli e Associazione Circolo Oasis alla pubblicazione e divulgazione
sui rispettivi canali social di fotografie o immagini riguardanti gli stessi, senza poter rivendicare diritti,
risarcimenti o compensi. La mancata autorizzazione al trattamento dei dati non consente di poter
confermare la partecipazione del giocatore alla manifestazione.

SCARICA IL REGOLAMENTO 

SCARICA LA LOCANDINA